Sentenza della Cassazione Penale su Inquinamento luminoso e sonoro

E’ stata recentemente pubblicata la sentenza della Cassazione penale n. 9353 riguardo l’inquinamento luminoso e sonoro in aree protette, la quale stabilisce che “Non soltanto attraverso l’emissione di suoni di fortissima intensità, ma anche attraverso la proiezione verso l’alto, in plurime direzioni, di fasci di luci bianche e colorate, di pari intensità, può porsi in essere una condotta rientrante nella locuzione normativa di cui all’art. 6, co. 3, legge n. 394 del 1991 (“quant’altro possa incidere sulla morfologia del territorio, sugli equilibri ecologici, idraulici ed idrogeotermici e sulle finalità istitutive dell’area protetta”), integrante una violazione delle misure di salvaguardia previste per le aree protette regionali, con compiuta integrazione del reato di cui agli artt. 6 e 30 della citata legge.”

Il documento è scaricabile a questo link.

Commenti chiusi

  • CieloBuio su Facebook