Il Santuario di Santa Rita s’illumina

giornale elettronico Portfolio del 3 Marzo 2004


Domenica 29 febbraio alle ore 19.00 è stata inaugurata ufficialmente la nuova meravigliosa illuminazione decorativa del Santuario di Santa Rita, non solo una delle chiese torinesi più belle dal punto di vista architettonico ma soprattutto un luogo religioso sempre frequentato da molti fedeli.
Erano presenti alla cerimonia l’assessore Roberto Tricarico, il vicesindaco Marco Calgaro, il presidente della Circoscrizione 2 Juri Bossuto, il parroco don Birolo, e i tecnici di Aem Torino che hanno progettato e realizzato l’opera.
Santa Rita fu costruita nel 1929 su progetto dell’architetto Giulio Valotti, con una facciata di notevole ampiezza, un campanile di 44 metri, forme rigorose e severe. Presenta una particolare conformazione dovuta al movimento degli oggetti presenti nella facciata, alle absidi laterali, alla cupola ottagonale. Ciò ha fatto sì che vi sia stata una evoluzione di diversi approcci progettuali da parte dei tecnici Aem: si è prestata più attenzione alle parti di notevole pregio architettonico e di maggiore richiamo visivo, tralasciando così i prospetti laterali.
Per dare un’idea dell’opera rilevante che è stata compiuta (d’altronde non poteva che essere così data l’importanza del sito in cui si è agito), sottolineamo che sono stati utilizzati 43 corpi illuminanti che assorbono una potenza totale di 4,5 kW per produrre un flusso luminoso totale di 358mila lumen.

Gian Maria Tarizzo

Commenti chiusi

  • CieloBuio su Facebook