TAR Regione Lombardia: a favore delle procedure di acquisizione degli impianti d’illuminazione non di proprietà

Sentenza storica del Tribunale amministrativo regionale della Lombardia a favore della trasparenza negli atti amministrativi in materia di lavori pubblici.

I FATTI:

Il comune di Cologne (Bs) apre a aprile le procedure di acquisizione degli impianti d’illuminazione non di proprietà dal proprio gestore,
Si veda il precedente articolo pubblicato sul sito di CieloBuio: Primi effetti del PEAR Lombardia: 7 Comuni aprono le procedure di acquisizione degli impianti d’illuminazione non di proprietà

Enel Sole s.r.l. presenta domanda di sospensione del provvedimento impugnato,

il TAR di Brescia – Sezione Prima decreta in data 2/7/2008 che non accetta la richiesta di sospensiva in quanto “….. il riscatto appare un istituto ancora i vigore nel nostro ordinamento, e che nella specie rappresenta lo strumento indispensabile per l’uniforme gestione degli impianti attraverso un unico soggetto abilitato, da individuare con gara pubblica”.

In definitiva si ribadisce la necessità dei comuni in ottemperanza alle leggi e norme di settore di poter gestire gli impianti d’illuminazione in piena libertà e trasparenza di gestione con gare pubbliche anche ai fini della legge sui pubblici appalti ex merloni ora n. 163.

SI allegano gli estremi della sentenza:
SENTENZA TAR Lombardia: Pagina 1
SENTENZA TAR Lombardia: Pagina 2
SENTENZA TAR Lombardia: Pagina 3

Commenti chiusi

  • CieloBuio su Facebook

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar