Albenga: opportunità o fregatura ?

Da La Stampa dell’ 8/1/2003

Articolo segnalatoci da Giancarlo Gotta, che ringraziamo
LE STRADE BUIE FINALMENTE SARANNO RISCHIARATE DAI LAMPIONI:
RISPARMIO ENERGETICO GARANTITO
Un progetto per l´illuminazione pubblica
Albenga: il Comune intende potenziare tutti gli impianti

ALBENGA – In fatto di illuminazione, il passato anche recente della cittadina ingauna non è dei più «brillanti». A causa della notevole estensione della rete di strade municipali, sono molti i tratti semibui che danno della «città delle torri» una immagine smorta e di abbandono. Oltre a ciò, alcuni mesi fa ci si è messo anche un anonimo sabotatore che per lungo tempo ha tenuto in scacco gli elettricisti comunali disattivando le centraline della pubblica illuminazione. Ora, l´amministrazione comunale guidata dal sindaco Mauro G. Zunino intende rimediare a questo stato di trascuratezza dando vita ad «una vera e propria rivoluzione in materia di illuminazione». A dire la verità già da alcuni mesi sono stati fatti interventi tesi a rischiarare le notti degli albenganesi.
Fra questi interventi realizzati ci sono la nuova
illuminazione nelle vie Genova, Martiri della Foce e De Amicis (dove i lampioni mancavano proprio).
Ma i progetti più interessanti partiranno a breve termine. In alcuni casi si tratta di un potenziamento degli impianti già esistenti, in altri di realizzazioni ex novo. Tutti gli interventi, però, sono stati studiati e realizzati soprattutto in considerazione di due elementi fondamentali: risparmio energetico e sicurezza. «Cerchiamo di utilizzare al meglio le strutture che le nuove tecnologie ci mettono a disposizione – spiegano i funzionari dell´ufficio municipale all´ambiente – per ottenere la stessa resa luminosa impiegando potenze inferiori ed inoltre andando ad intervenire prioritariamente in quelle zone dov´è carente l´illuminazione, pregiudicando la sicurezza dei cittadini».
Si stanno predisponendo, così, diversi interventi come il potenziamento della pubblica illuminazione dell´ex strada della Valle Arroscia nel tratto fra Bastia e lo svincolo per Arnasco (oggi completamente buio); la realizzazione nuovi impianti in regione Pertugi (al confine con Arnasco) e in regione Fieré (Bastia); la realizzazione di un impianto in via
Molino sulla strada Torresi (per una lunghezza superiore al chilometro e mezzo). Tutti gli impianti, sia vecchi che nuovi, verranno dotati di un «variatore di flusso luminoso», un
dispositivo cioè programmabile da una centralina elettrica che distribuisce l´energia in modo differenziato, sulla base delle necessità delle diverse zone e delle diverse fasce orarie.
r. sr.

Commenti chiusi

  • CieloBuio su Facebook

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar