COMUNI “Save the Sky – Lightpollution Free”


ITALIANOENGLISH

ITALIANO

Il Premio “Save the Sky – Light-pollution Free” si rinnova con aggiornati parametri tecnici.
Entro il 2009 potrà essere assegnato ai comuni che hanno attuato l’applicazione delle normative anti-inquinamento luminoso su tutti gli impianti d’illuminazione pubblici adeguando almeno il 95% di essi al requisito fondamentale di emissione di luce non superiore a 0,49 candele per 1000 lumen a 90° ed oltre.*

Il Premio “Save the Sky – Light-pollution Free” comporta la consegna di una pergamena commemorativa e l’inserimento a titolo gratuito nell’Albo dei “Comuni a Inquinamento Luminoso Zero” oltre a tutta la pubblicità che potrà derivare dall’evento sui mass-media.

La permanenza in “Save the Sky – Light-pollution Free” è subordinata alla prosecuzione delle scelte che hanno portato al conseguimento del premio sia in ambito pubblico che privato.

Dal 2010 per potersi candidare al Premio “Save the Sky – Light-pollution Free”  bisognerà:
– avere il 98% degli apparecchi pubblici, compresi quelli dei campi sportivi, con meno di 0,49 cd/klm a 90° ed oltre**;
– avere i monumenti e gli edifici di elevato valore storico architettonico con un illuminamento massimo di 10 lux o una luminanza massima di 1 cd/m2,
con spegnimento degli apparecchi oltre 0,49 cd/klm verso l’alto entro la mezzanotte;
– avere almeno il 90% delle sorgenti con temperatura di colore inferiore a 2500 K, il resto a meno di 3300 K;
-avere il 98% degli apparecchi privati*** con meno di 0,49 cd/klm a 90° ed oltre, o meno di una violazione su 1000 abitanti (comunque denunciata ai
proprietari dell’impianto che non rispetti i parametri);
– imporre lo spegnimento delle insegne entro le ore 22 (23 con ora legale estiva)

Dal 2014 si aggiunge la condizione di:

– avere un consumo energetico per l’illuminazione pubblica pro-capite annuo inferiore a 80 kWh; un consumo pro-capite annuo inferiore a 40 kWh è motivo di particolare menzione d’onore.

 

ENGLISH

Before the end of 2009 the“Save the Sky – Light-pollution Free” Prize can be awarded to municipalities where the anti-light-pollution regulations have been enforced on all public lighting fixtures, conforming at least 95% (98% starting from 2010) of them to the basic requirement of light emission at 90° and over not larger than 0,49 cd/Klm.*

The “Save the Sky – Light-pollution Free” Prize consists in a celebrative parchment and allows the municipality to be inserted in the Roll of Honour “Light-pollution Free Municipalities”.

The Awardees will remain listed on the “Save the Sky – Light-pollution Free” Prize on the condition that they will keep on the containment of light-pollution strategies that carried to the award assignement, both in public and private areas.

Starting with 2010 the tecnical parameter are updated as written in the Italian section

LISTA DEI COMUNI – CITY LIST

rotagreca
 

Rota Greca (CS) – Premio (Award) – 12.11.2010

 

 

Magnacavallo (MN) – Premio (Award) – 23-05-2009

 

 

Carbonara di Po (MN) – Premio (Award) – 20-05-2009

 


Fara Gera d’Adda (Bg) – Premio (Award) – 12-03-2007

Presentazione di Fara Gera d’Adda (Fara Gera d’Adda Presentation)

Per sottoporre la propria candidatura per ricevere il premio e per entrare a far parte di codesta lista scrivere a: info@cielobuio.org

To candidate your Municipality and to enter the Light-pollution Free list, please send an e-mail to: info@cielobuio.org

*Sono esclusi dal computo generale dei punti luce le seguenti tipologie di impianti:
– impianti sportivi già esistenti,
– illuminazione di monumenti e degli edifici ad elevato valore storico architettonico
– impianti d’illuminazione di modesta entità (es. residenziale) che rientrano nelle deroghe delle leggi regionali che impongono un’emissione a 90° ed oltre non superiore a 0.49 cd/klm.
I comuni che ricevono il premio si sono impegnati nella messa a norma e gestione di tali specifici impianti e degli impianti d’illuminazione pubblica futuri secondo i termini di ciascuna legge regionale.

**Sono esclusi dal computo generale dei punti luce le seguenti tipologie di impianti:
– illuminazione di monumenti e degli edifici ad elevato valore storico architettonico
– impianti d’illuminazione privati di modesta entità (es. residenziale) che rientrano nelle deroghe delle leggi regionali

*** In assenza di una legge regionale opportuna, i comuni possono adottare comunque regolamenti comunali che impongano l’adeguamento degli impianti privati

I comuni che ricevono il premio si sono impegnati nella messa a norma e gestione di tali specifici impianti e degli impianti d’illuminazione
pubblica futuri secondo i termini di ciascuna legge regionale.


*The following lighting fixtures are not considered in the Award evaluation process:- Existing sporting plants (no exception starting from year 2010);
– Monument lighting and high -valued historical- or -architectural building lighting;
– Small lighting fixtures (i.e. residential) included into derogations of Regional Laws imposing a maximum light emission of 0.49 cd/klm over 90°.
Municipalities receiving the Award committed themselves to conform and manage both said specific lighting fixtures and all the public lighting fixtures to be installed in future, according to each relevant Regional Law’s terms.

Commenti chiusi

  • CieloBuio su Facebook

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar