Caldogno (VI): Il sindaco spegne le luci pubbliche: “Troppo spreco”

Il Comune di Caldogno (VI) spegne i lampioni dalle 2 alle 5 del mattino, con l’obiettivo di risparmiare almeno il 15% di energia elettrica.
Ne dà notizia il quotidiano “Il Giornale di Vicenza”, che ringraziamo.

Link all’articolo in formato pdf

Riportiamo di seguito alcune dichiarazioni rilasciate al quotidiano da parte del Sindaco di Caldogno.

Si tratta di un esperimento che abbiamo adottato da qualche mese e che intendiamo portare avanti per un anno, per vedere che risultati darà anche in termini economici , visto che si  tratta di un metodo per risparmiare” spiega il sindaco di Caldogno Marcello Vezzaro, “fermo restando che l’illuminazione resta garantita sempre lungo le strade, in prossimità delle rotatorie e in tutti quei punti del territorio in cui la polizia locale riscontra motivazioni tali da richiedere luce anche di notte”.
“..molti sono preoccupati che minor luce possa favorire un aumento di furti e microcriminalità. Da questo punto di vista vorrei tranquillizzare tutti perché le due cose non sono correlate anzi, ultimamente la maggior parte dei colpi in casa avviene di giorno”.
Il futuro per Caldogno? “Di certo non si può pensare di continuaread illuminare a giorno i paesi, anche per un problema di inquinamento luminoso. Da noi le stelle in cielo nemmeno si vedono più con tutta questa luce”.

Commenti chiusi

  • CieloBuio su Facebook

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar