Non buttate la luce al cielo!

Ecco il bando di un’interessante concorso per studenti di ogni ordine e grado: Un planetario in premio per il miglior volantino scolastico sull’inquinamento luminoso. Sabato 5 ottobre la decima Giornata nazionale sull’inquinamento luminoso.

Si calcola che una frazione rilevante dell’energia elettrica impiegat a per il funzionamento degli impianti di illuminazione esterna (almeno il 30-35%) viene utilizzata per illuminare direttamente il cielo. Solo in Italia ogni anno vengono sprecati miliardi di euro per difetti di progettazione, di realizzazione o gestione degli impianti di illuminazione esterna ovvero per l’uso di corpi illuminanti che risultano eccessivamente disperdenti, tipico esempio molto diffuso i lampioni a sfera.
Negli ultimi anni sono state approvate numerose leggi regionali dedicate al risparmio energetico e alla lotta all’inquinamento luminoso. Esse consistono nel contenimento del consumo energetico derivante dall’illuminazione esterna notturna e nel miglioramento dell’illuminazione pubblica e privata, secondo i principi di reale fruizione e là dove serve effettivamente ai cittadini.
Se l’attuale tasso di crescita dell’inquinamente luminoso non verrà ridotto si è calcolato che tra pochi lustri nel nostro Paese non sarà più visibile la Via Lattea.

L’Unione Astrofili Bresciani e l’Osservatorio Serafino Zani, in collaborazione con gli organismi che si occupano a livello nazionale di inquinamento luminoso, come l’Unione Astrofili Italiani, l’Associazione Cielo Buio e l’International Dark Sky Association, hanno organizzato un concorso scolastico su questo tema. Le classi di ogni ordine e grado sono invitate a progettare e realizzare un volantino informativo, rappresenta
to anche a mano dagli stessi studenti, con testi e disegni sull’inquinamento luminoso. Gli autori, prendendo spunto dai numerosi materiali esistenti in materia, disponibili in particolare su Internet, da lavori svolti in classe, dalla condizione del cielo notturno nella propria zona o da poesie e libri dedicati al firmamento, dovranno illustrare l’argomento con testi essenziali e di richiamo (come se dovessero elaborare un volantino pubblicitario a colori o in bianco e nero), corredandoli con disegni originali.

La diffusione del volantino potrà avvenire attraverso delle semplici fotocopie distribuite nelle famiglie della classe che ha elaborato il volantino, diffuso ad esempio in occasione della decima Giornata nazionale sull’inquinamento luminoso, che si svolgerà in contemporanea in diverse località italiane sabato 5 ottobre 2002.
Le copie di questi volantini che perverranno all’Osservatorio Serafino Zani (via Bosca 24, 26066 Lumezzane) entro il 15 novembre parteciperanno al concorso “Non buttate la luce al cielo!”. I lavori giudicati meritevoli verranno esposti su Internet (www.cityline.it). Il lavoro più bello verrà premiato con un planetario Vixen Space 800M messo a disposizione da “Auriga srl” di Milano.

Commenti chiusi

  • CieloBuio su Facebook

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar