L’inquinamento luminoso è su National Geographic

Il numero di novembre di National Geographic presenta due approfonditi articoli sull’inquinamento luminoso e i suoi effetti negativi sull’uomo e sull’ambiente. Il numero di novembre di National Geographic, sia nella verione italiana che in quella originale americana, parla approfonditamente dell’inquinamento luminoso e i suoi effetti negativi sull’uomo e sull’ambiente.
La rivista originale dedica la foto di copertina all’argomento e titola:
LA FINE DELLA NOTTE: perchè abbiamo bisogno del buio?
Tra le altre cose è pubblicata, su una doppia pagina, una mappa del mondo basata sui dati forniti dall’ISTIL, Istituto di Scienza e Tecnologia dell’Inquinamento Luminoso.
La versione italiana purtroppo non ha dedicato la copertina all’argomento. Ha comunque dato piu’ spazio all’interno, con un ulteriore articolo scritto dal nostro presidente, Fabio Falchi.E’ evidente ormai che l’inquinamento luminoso non è più una preoccupazione di nicchia, ma interessa chiunque abbia a cuore lo stato di salute del nostro pianeta.
Ulteriori informazioni sull’edizione italiana si trovano a questo indirizzo: http://www.nationalgeographic.it/
Il sito di National Geographic è: http://ngm.nationalgeographic.com/ e a questi indirizzi potrete trovare l’articolo sull’inquinamento luminoso: http://ngm.nationalgeographic.com/2008/11/light-pollution/klinkenborg-text  http://ngm.nationalgeographic.com/2008/11/light-pollution/follow-up-text

Commenti chiusi

  • CieloBuio su Facebook

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar