Alto Adige: la protezione del cielo notturno è legge

Anche la Provincia Autonoma di Bolzano approva un dispositivo per la protezione del cielo notturno e per il risparmio energetico.
Con la legge provinciale 21 giugno 2011, n. 4 articolo 1 sono state varate infatti le misure di contenimento dell’inquinamento luminoso e per il risparmio energetico. Ora con la deliberazione del 30 dicembre 2011, n. 2057 vengono approvati i relativi criteri attuativi, tra i quali per la prima volta si specifica l’utilizzo di sorgenti luminose con radiazione ultravioletta e blu più bassa possibile ed una temperatura di colore massima pari a 4000 K.
Link al testo di legge pubblicato sul BUR.

Con i criteri dovranno essere perseguite soprattutto le seguenti finalità: la prevenzione e il contenimento dell’inquinamento luminoso e il conseguente risparmio energetico ai fini della conservazione e valorizzazione dell’ambiente nonché degli equilibri ecologici e della tutela della salute dei cittadini.
Gli obiettivi dei criteri applicativi sono i seguenti:

  • il miglioramento dell’efficienza degli impianti di illuminazione;
  • l’illuminazione degli spazi pubblici sarà mirata, vale a dire con durata e intensità diverse a seconda delle necessità stabilite in seguito ad accurati esami;
  • la definizione dei criteri di progettazione per l’illuminazione esterna pubblica e per il contenimento dell’inquinamento luminoso;
  • la promozione di campagne di sensibilizzazione per il contenimento dell’inquinamento luminoso e per il risparmio energetico negli impianti di illuminazione esterna pubblica;
  • la tutela della salute e del benessere dei cittadini e il miglioramento della loro sicurezza;
  • la tutela e la valorizzazione dell’ambiente e la conservazione degli equilibri ecologici.

 

Commenti chiusi

  • CieloBuio su Facebook

    Facebook By Weblizar Powered By Weblizar